La Villa Reale di Marlia

Villa Reale - Marlia

Villa Reale – Marlia

Il 4 luglio 1806 Elisa Baciocchi acquistò la Villa Orsetti di Marlia per la somma di 128mila scudi, anche se alcune voci dell’epoca sostengono che la principessa non sborsò una sola moneta e che il saldo sarebbe stato versato successivamente dai Granduchi di Toscana, quasi cinquant’anni dopo. La Villa sarebbe divenuta dimora degna di un sovrano, con tutti gli elementi specifici di una villa di delizie. I lavori di modifica dello stabile furono affidati ad una squadra di architetti tutti influenzati dal gusto francese dominante: il Lazzarini, il Bienaimé, il Nottolini e il Marchelli.

Villa Reale-Giardino Spagnolo

Villa Reale-Giardino Spagnolo

I restauri rispettarono la forma a parallelepipedo dell’edificio ma venne modificato il volto del palazzo: la villa fu rialzata di un piano e tutte le aperture e i cornicioni della facciata vennero uniformati. All’interno cambiò la disposizione delle stanze, venne creata una sala da musica, il Tofanelli affrescò alcune stanze tra cui la sala da ballo con la “Danza delle Ore”. Il giardino seicentesco fu conservato nelle sue linee fondamentali, mantenendo il teatro d’acqua, la peschiera, il teatro di verzura e il giardino dei limoni, ma fu ampliato in seguito all’acquisto della villa detta “del Vescovo”. Furono edificate ex-novo le due palazzine d’ingresso alla villa, progettate dal Lazzarini per ospitare una il custode e l’altra la guardia del corpo. Grazie ad Elisa, la villa di Marlia, detta Marly, dal nome di una villa vicino Parigi, divene centro di feste e ritrovo di una corte fastosa, tra i cui ospiti spiccavano il grande musicista Niccolò Paganini e Bartolomeo Cenami, Grande Scudiero nonchè amante di Elisa e Domenico Puccini, nonno di Giacomo, maestro della Cappella di Palazzo e autore di musica da camera, da chiesa e di melodrammi. Nel teatro di verzura fu addirittura rappresentata la Fedra di Racine e Paganini vi tenne numerosi concerti. Dopo la caduta di Napoleone, i Borbone-Parma, duchi di Lucca e in seguito gli Asburgo-Lorena Granduchi di Toscana entrarono in possesso della villa. Dopo l’unificazione d’Italia, divenne proprietà di Vittorio Emanuele II che decise di cederla al Principe Carlo di Borbone, duca di Capua e fratello di Francesco II, Re delle Due Sicilie, che era stato diseredato per aver sposato una cittadina inglese: Penelope Smyth di Ballynatray. Bellissima ma non di sangue reale. La romantica ma infelice coppia trascorse nella villa il resto della vita e fu seppellita nella cappella del parco. Il figlio, conosciuto come il “Principe Matto” per l’ossessione religiosa e il comportamento eccentrico, morì nel 1918.

Per pagare i debiti, la Villa fu messa in vendita; i beni mobili andarono all’asta e molti alberi del parco furono abbattuti per farne legname.

La contessa Anna Laetitia Pecci e il banchiere newyorkese Cecil Blumenthal, abbreviato in Blunt, genitori degli attuali proprietari, acquistarono la proprietà nel 1924.

John Singer Sargent:  Villa di Marlia "The Balustrade"

John Singer Sargent:
Villa di Marlia “The Balustrade”

Commissionarono a Jacques Greber, famoso architetto francese, il restauro del giardino. Crearono boschi, ruscelli e un lago che fanno da romantico complemento alla serie di giardini classici italiani risalenti agli Orsetti.

Tra gli ospiti illustri del passato vanno ricordati gli esponenti delle Case Reali di tutta Europa e il pittore americano John Singer Sargent, che dipinse alcuni acquarelli di scene nella villa.

5 thoughts on “La Villa Reale di Marlia

  1. La qualita’ delle informazioni su questo sito davvero alta. Ci sono un sacco di buone risorse qui. Di sicuro visitero’ il vostro blog di nuovo molto presto.

  2. Questo e’ il blog giusto per tutti coloro che vogliono capire qualcosa su questo argomento. Trovo quasi difficile discutere con te (cosa che per in realta’ vorrei… haha). Avete sicuramente dato nuova vita a un tema di cui si e’ parlato per anni. Grandi cose, semplicemente fantastico!

  3. Avete davvero un blog ben fatto! Sareste disponibili per uno scambio di post? intendo guest blogging… ho un blog che tratta di argomenti simili, vi ho inviato una mail per scambiarci i dati. Grazie ancora!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...