Il divertissement di Elisa

Negli anni della giovinezza trascorsi a Parigi, Elisa frequentò i numerosi ricevimenti offerti dalla cognata Giuseppina nella sua residenza in Rue de la Victoire e nei celebri salotti alla moda. Conoscere l’etichetta e saper ricevere erano requisiti fondamentali per i membri della famiglia imperiale.Gli eventi principali che venivano celebrati erano: il genetliaco di Elisa il 3 gennaio, quello di Napoleone il 15 agosto e l’anniversario dell’incoronazione imperiale il 2 dicembre, il compleanno della principessina Napoleone Elisa il 3 giugno e quello di Felice il 18 maggio, a queste si aggiungevano le feste da ballo e le mascherate per Carnevale.

Lo spettacolo era esatta metafora del potere ammaliante che Napoleone esercitava. Il lusso, lo sfarzo, la teatralità e i decori con cui veniva letteralmente investita la città portavano Lucca alla stregua di altre città europee, sebbene i lucchesi più conservatori e austeri, come l’abate Chelini, giudicassero la macchina dell’intrattenimento e del divertissement di Elisa soltanto uno spreco. Uno degli elementi principali delle feste alla corte napoleonica lucchese era l’utilizzo delle magie del trasparente, ovvero scenografie effimere in tela e carta con le quali si giocava con effetti di luce facendo apparire vedute prospettiche e imponenti elementi architettonici. L’impiego del trasparente suscitò a Lucca enorme suggestione e stupore.

Palazzo Ducale di Lucca-Sala Ademollo, rassegna “Segni di luce. Segni di festa. Elisa, il palazzo e il trasparente”

Palazzo Ducale di Lucca-Sala Ademollo, rassegna “Segni di luce. Segni di festa. Elisa, il palazzo e il trasparente”

Le scelte di Elisa in fatto di apparati e macchine effimere erano aggiornate con la moda francese e assolutamente innovative per l’Italia ed erano utilizzate sia all’interno che all’esterno della reggia. Le feste divennero sinonimo di fulgore, sia con l’illuminazione scenografica della città che con il moltiplicarsi di luci negli interni del palazzo. L’impiego della luce costituiva infatti un importante elemento di qualificazione in un contesto urbano solitamente buio dove la circolazione notturna era limitata, sia per ragioni logistiche che per severi divieti.

 

3 thoughts on “Il divertissement di Elisa

  1. Wow! This blog looks just like my old one! It’s on a completely different topic but it has pretty much the same layout and design. Outstanding choice of colors!

  2. I feel that is one of the such a lot significant information for
    me. And i’m satisfied reading your article. However wanna statement on few common issues, The site style is great, the articles is actually nice : D. Excellent activity, cheers

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...