Un Natale movimentato

La rapida ascesa di Napoleone Bonaparte, divenuto Primo Console il 12 dicembre 1799 portó inevitabilmente alla crescita dei movimenti d´opposizione giacobina e realista, i primi vedevano in lui una minaccia nei confronti degli ideali rivoluzionari, mentre i secondi, un ostacolo per l’aristocrazia e gli ideali dell’ancien régime.

Attentato della Rue Nicaise, tratta da "Histoire de Napoléon par M. de Norvins. Illustrée par Raffet et Vernet"

Attentato della Rue Nicaise, tratta da “Histoire de Napoléon par M. de Norvins. Illustrée par Raffet et Vernet”

Il futuro imperatore fu vittima di numerosi attentati dai quali uscí sempre indenne, come ad esempio nel seguente che passerá alla storia con il nome di Attentato di Rue Saint Nicaise o Attentato della macchina infernale.

La notte della vigilia di Natale del 1800, mentre la carrozza del Primo Console era diretta al Teatro dell’Opera, all’altezza di rue Saint Nicaise trovò la strada bloccata da un carretto contenente una botte e trainato solo da un cavallo. Il cocchiere di Napoleone, un tale di nome Germani, da lui affettuosamente chiamato César nonché veterano della Campagna d’Egitto, sospettando un pericolo riusci a superare il carretto giusto in tempo per svoltare in Rue de la Loi quando, un attimo dopo, questo esplose: la botte era piena di polvere da sparo e chiodi che investirono e uccisero 22 persone e ne ferìrono piú di un centinaio. La carrozza di Giuseppina invece, dove viaggiavano tra l’altro la figlia Ortensia e la sorella di Napoleone, Carolina si trovava fortunatamente parecchio indietro a causa di un contrattempo che fu per loro provvidenziale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...