I gioielli dell’Impero

Le campagne napoleoniche in Italia e in Egitto contribuirono a riportare in auge gli echi della gioielleria romana, etrusca, greca ed egizia che diverranno caratteristiche fondamentali di quello che passerà alla storia come Stile Impero. Napoleone fu amante del lusso e non ne fu estranea come ben sappiamo neppure la moglie Giuseppina, paladina di una nuova, sfarzosa ed eclettica moda di corte. Impadronitosi di quel che restava dei gioielli della corona borbonica, Napoleone li fece modificare e riadattare per la moglie da alcuni gioiellieri, celebre la ditta Nitot&Fils. Rivisitando la gioielleria del passato si realizzarono tiare di diamanti e pietre preziose, corone di alloro in foglie d’oro e diamanti, anelli e bracciali, gemme intagliate e cammei. Un importante esempio di questa tendenza si ritrova in una parure in malachite, attribuita a Nitot&Fils. Acquistata da Martial Lapeyre a New York tra il 1979 e il 1980, ed esposta all’isola d’Elba  in occasione della mostra Napoleone. Fasto Imperiale, è un rarissimo esemplare completo di diadema, spille, collier broche, pendente, braccialetti e cintura, molto probabilmente appartenuto a Giuseppina o alla moglie del figlio Eugenio, Auguste Amélie prima di passare alla nipote Amélie Auguste Eugénie de Leuchtenberg, futura imperatrice del Brasile. Con la Restaurazione, la nobiltà ritornerà al potere, austera e impoverita. I diamanti e le gemme preziose saranno sostituiti da pietre quali topazi o turchesi, belle ma più economiche e, complice la continua emulazione del passato, tornerà di moda la filigrana, una tecnica che permetteva di realizzare un maggior numero di gioielli con una minore quantità d’oro.

One thought on “I gioielli dell’Impero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...